• Home
  • Blog
  • COS’È UNA START UP INNOVATIVA?
startup

COS’È UNA START UP INNOVATIVA?

Una società di capitali o cooperativa di nuova costituzione già esistente da almeno 4 mesi può acquisire la qualifica di start up innovativa. Essa deve essere  finalizzata ad incentivare lo sviluppo, la produzione e commercializzazione di agevolazioni per la fase costitutiva;
  • Può avere delle agevolazioni per la gestione dell’impresa;
  • Può beneficiare di deroghe alle norme in materia di riduzione per perdite;
  • Chi vuole investire nella start-up innovativa può beneficiare di agevolazioni;
  • Può assumere dipendenti con rapporto di lavoro a termine
La start-up innovativa viene costituita con atto pubblico dal notaio, che provvede a registrare l’atto e ad iscrivere la società nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese competente per territorio (quello dove è posta la sede sociale).La qualifica di start-up innovativa può essere attribuita anche ad una società già esistente ma da non più di 48 mesi, in presenza degli altri requisiti previsti dalla legge. Le start-up innovative possono offrire al pubblico di prodotti finanziari anche nella forma di s.r.l.. Per poter beneficiare delle agevolazioni, la società deve:
  • svolgere attività di ricerca e sviluppo con spese uguali o superiori al 15% del valore totale della produzione;
  • in alternativa, avere, almeno nella misura di un terzo, dipendenti e collaboratori che abbiano svolto o che svolgano dottorato certificato di ricerca;
  • in alternativa, essere depositaria, titolare o licenziataria di un brevetto relativo ad invenzione industriale o biotecnologica.
Ovviamente a fronte di tutte queste agevolazioni vengono imposte delle restrizioni nella distribuzione degli utili ovvero una limitazione del valore di produzione totale annuale a 5 milioni di euro a partire dal secondo anno di attività. La start up innovativa viene iscritta presso il Registro delle Imprese e precisamente nella sezione speciale prevista per le start-up innovative. L’iscrizione è il presupposto anche per beneficiare della disciplina agevolativa. Per ottenere l’iscrizione è necessario indicare i requisiti previsti per qualificare la società come start-up innovativa: attività svolta, spese di ricerca e sviluppo, indicazione dei titoli di studio, esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nell’impresa, relazioni e collaborazioni con un’università e centri di ricerca ovvero investitori istituzionali e professionali, diritti di privativa su proprietà industriali o intellettuali. L’impresa che intende qualificarsi come start-up innovativa non può essere stata generata da una fusione, scissione e il suo patrimonio non può derivare da cessione di azienda o di ramo d’azienda.

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.